Studenti ed insegnanti insieme con snav sulla 'nave della legalità'

snavIn occasione del XVII anniversario della strage di Capaci, è salpata da Napoli "la nave della legalità": oltre 1000 studenti, insieme con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il Ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini, hanno ricordato il tragico attentato in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta.

Partenza dal porto di Napoli, molo Angioino, imbarco ore 17.30: è questo l'appuntamento - fissato per venerdì 22 maggio - a bordo della "nave della legalità" di Snav per oltre 1.500 persone tra studenti, insegnanti e giornalisti provenienti da tutto il Paese. La manifestazione, ospitata sin dal 2006 dalla compagnia marittima partenopea, ha avuto luogo dal 22 al 24 maggio per commemorare l'omicidio del giudice Falcone del 1992 e per sensibilizzare i giovani sul tema della lotta contro la criminalità. Partecipanti all'evento, anche alcune tra le figure più autorevoli delle istituzioni italiane: il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini ed il Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso.

Giunta ormai alla quarta edizione, l'iniziativa – organizzata dal Ministero della Pubblica Istruzione, dell'Università e della Ricerca in collaborazione con la Fondazione Falcone - ha annunciato per la prima volta la partenza dal porto napoletano e non da quello di Civitavecchia, muovendo sempre in direzione di Palermo, città simbolo della battaglia costante contro la mafia. Il comandante Raffaele Aiello, amministratore delegato di SNAV, ha dichiarato in proposito: "Quest'edizione della 'Nave della legalità' assume un significato particolare non solo per il numero di partecipanti, cresciuto rispetto agli altri anni, ma anche per la presenza di alcune tra le massime autorità dello Stato italiano".

Ragazzi ed insegnanti hanno viaggiato sulla nave Toscana della flotta Snav dei traghetti per la Sicilia, effettuando la tratta Napoli-Palermo insieme con il Ministro Gelmini ed il Procuratore Nazionale Antimafia Grasso, mentre il Presidente Napolitano, con Maria Falcone, li ha attesi per un discorso di benvenuto presso l'aula bunker del tribunale di Palermo. Il nobile scopo è evidente: sottolineare alle nuove generazioni l'importanza del rispetto della legalità nel nostro Paese.

Tre intense giornate in cui tutti i partecipanti sono stati coinvolti in attività, dibattiti, proiezioni di film (tra cui "Fortapàsc di Dino Risi) conferenze, spettacoli musicali strettamente connessi alla lotta contro la criminalità ed il ricordo delle vittime di mafie. Oltre al pernottamento in nave, SNAV ha previsto attività di svago e servizi di ristorazione dedicati esclusivamente ai ragazzi e ai loro accompagnatori.

La manifestazione si è conclusa domenica 24 maggio, giorno di ritorno verso il porto partenopeo.

Per il comunicato ufficiale cliccare qui

0