Natascia Turato (Datamonitor) Monitoregione: Zaia, una conferma. Formigoni sconta gli scandali interni alla sua regione

Il direttore di Datamonitor commenta i risultati del Monitoregione con un editoriale sul quotidiano online Clandestinoweb

Datamonitor logoDatamonitor, l'istituto di ricerca del gruppo BSE, ha presentato la quarta edizione per il 2011 del Monitoregione che rileva l'apprezzamento dei presidenti di Regione da parte dei cittadini. ''Per quel che riguarda i dati in generale si ha una conferma del governatore del Veneto Zaia al primo posto, ma anche dei presidenti di Emilia Romagna e Toscana, rispettivamente al secondo e al terzo posto, che anche nella scorsa edizione erano ben posizionati in classifica'' scrive Natascia Turato direttore di Datamonitor, in un editoriale sul quotidiano online Clandestinoweb.

''Un dato significativo da sottolineare - continua Turato - e' quello della Polverini, unica donna in classifica ben posizionata al quinto posto con un buon consenso dai suoi cittadini, anche se in leggera flessione''.

''Ma, tra tutti, - si continua a leggere su Clandestinoweb.com - quello che salta all'occhio e' il caso del calo importante di Roberto Formigoni che la volta scorsa era secondo con uno scarto minimo rispetto a Zaia (0,2%). Molto probabilmente Formigoni sconta quello che sta accadendo nella sua regione, San Raffaele in primis. Quindi questo vistoso calo di consensi e' addebitabile a quello che ha vissuto in questi mesi, e sta vivendo tutt'ora, la Lombardia dal punto di vista dei vari scandali'' spiega la Turato.

''Tra i governatori in crescita invece e' da mettere in evidenza il dato di Stefano Caldoro che entra nella top ten con una crescita pari al 3,1%, si vede che il lavoro del governatore della Campania sta finalmente dando i suoi frutti e che questi sono risultati visibili e tangibili anche dai cittadini. Per chi entra in classifica, poi, c'e' chi esce e tra le sortite eccellenti spicca il nome di Nichi Vendola. Il governatore della Puglia nella scorsa edizione era nono con il 53,9% mentre in questa rilevazione non entra neanche in classifica, una spiegazione potrebbe essere che Vendola sta pagando per la sua attivita' politica a livello nazionale''.

''Questo per quel che riguarda le regioni - si appresta a concludere - per il resto i prossimi importanti appuntamenti con Datamonitor sono per gli inizi di febbraio quando saranno presentate le rilevazioni dei consensi di sindaci e presidenti di Provincia''.

0