MUVIG: i luoghi del Garofalo, tra Veneto ed Emilia-Romagna, tra Rovigo, Ferrara e Modena

L’apertura dell’innovativo museo nella casa natale di Benvenuto Tisi da Garofalo sabato 10 dicembre
Benvenuto Tisi da Garofalo, detto il Garofalo o Raffaello ferrarese, è il principale pittore rinascimentale della corte degli Estensi. La splendida Ferrara estense è oggi riconosciuta globalmente patrimonio dell’umanità UNESCO grazie a quel periodo storico denso di artisti di primaria rilevanza mondiale. Splendide mostre come quella dedicata al Garofalo nel 2008 al Castello Estense (Garofalo. Pittore della Ferrara Estense.) saranno in futuro irripetibili.
In questo contesto il MuViG (Museo Virtuale del Garofalo), ubicato a Garofolo, frazione di Canaro, facendo leva sulla migliore tecnologia del momento, costituisce realmente un'opportunità unica per ammirare le opere di Benvenuto Tisi.
Sabato 10 dicembre si svolgerà l’attesa cerimonia di apertura.
Alle ore 11 vi sarà una conferenza stampa con esperti del periodo storico e del pittore, con autorevoli politici locali, regionali e nazionali e gli architetti che hanno ideato e realizzato il MUVIG.
E’ attesa Martina Bagnoli, direttore della Galleria Estense di Modena e della pinacoteca nazionale di Ferrara, dove ad oggi sono visitabili la maggior parte delle opere del Garofalo provenienti dalle principali chiese di Ferrara.
A partire dalle 14.30 vi saranno visite guidate gratuite riservate alle principali associazioni del territorio e ai cittadini prenotatisi al 0425 21530 di Turismo & Cultura (i posti disponibili sono limitati).
In seguito, il museo sarà visitabile sabato e domenica con i seguenti orari:
dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 (da novembre a marzo)
dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19 (da aprile a ottobre orario)
Su prenotazione si effettueranno aperture infrasettimanali (0425 21530 Turismo & Cultura).
Queste le dieci sale hitech che compongono il museo:
  1. Le opere di Garofalo. Mappa. (Biglietteria, guardaroba e bookshop)
  2. Ferrara estense e gli esordi di Garofalo (1496-1506)
  3. “Amico di Giorgione” (1506-1512)
  4. Dosso Dossi e il polittico Costabili (1513)
  5. Ferrara, tra Roma e Venezia (1513-1519)
  6. Il Raffaello di Ferrara (1519-1525)
  7. Sacro e profano (1525-1534)
  8. La casa originale del Garofalo. (Sala multifunzionale)
  9. “Gratis pinxit”, i dipinti di San Bernardino tra Ferrara e la Russia (1531-1550)
  10. Gli ultimi anni (1534-1550).
Al termine del percorso museale virtuale vi è un dipinto del Garofalo dal titolo Orazione nell'orto, in prestito da una collezione privata.
Come nei musei statali è possibile fare foto e video amatoriali. Invia i tuoi scatti/video! #MUVIG

press (@) muvig.it
www.muvig.it
facebook.com/muvigcanaro/
via Benvenuto Tisi, 365, Garofolo, Canaro, Rovigo
0